News di Oftalmologia
 
 
Efficacia del Mofetil Micofenolato nel trattamento delle infezioni dell’occhio
Il farmaco immunosoppressore Mofetil Micofenolato ( CellCept ), impiegato nella prevenzione dei trapianti di cuore, reni e fegato, può anche risultare efficace nel controllare le malattie infiammatorie dell’occhio.I Ricercatori del Johns Hopkins’ Wilmer Eye Institute hanno somministrato il Mofetil Micofenolato...(Leggi)
Acido Docosaesaenoico nei pazienti con retinite pigmentosa che assumono vitamina A
Ricercatori dell’Harvard Medical School di Boston hanno valutato se l’Acido Docosaesaenoico ( DHA ) sia in grado di rallentare il decorso della degenerazione retinica nei sottogruppi dei pazienti con retinite pigmentosa, che stanno assumendo vitamina A.Un gruppo di 208 pazienti...(Leggi)
La Pirenzepina rallenta la miopia nei bambini in età scolare
I Ricercatori del US Pirenzepine Study hanno valutato la sicurezza e l’efficacia della Pirenzepina, un antagonista M1 relativamente selettivo, nel rallentare la progressione della miopia nei bambini in età scolare.I bambini esaminati avevano un’età compresa tra gli 8 ed i...(Leggi)
Anecortave nel trattamento della degenerazione maculare senile
Nel corso dell’Annual Meeting dell’Association for Vision and Research in Ophthalmology ( ARVO ) sono stati presentati due studi clinici che hanno valutato Anecortave ( Retaane ) nel trattamento della degenerazione maculare associata all’età, forma umida.I dati di questi studi...(Leggi)
Efficacia della terapia fotodinamica con Verteporfina nella neovascolarizzazione coroidale subfoveale secondaria alla degenerazione maculare legata all’età
L’obiettivo dello studio condotto presso il Queen’s University di Kingston (Canada ) è stato quello di determinare l’efficacia della terapia fotodinamica con Verteporfina nel trattamento della neovascolarizzazione coroidale subfoveale , prevalentemente classica , secondaria alla degenerazione maculare legata all’età.Hanno preso...(Leggi)
Possibile impiego della Memantina nel trattamento del glaucoma
Il glaucoma è una malattia neurodegenerativa, caratterizzata da progressiva perdita delle cellule gangliari retiniche.
Uno dei fattori che contribuisce alla morte delle cellule gangliari retiniche nel processo glaucomatoso è l’eccitotossicità.
La morte cellulare indotta dall’eccitotossicità è dovuta , almeno in parte, ad...(Leggi)
Efficacia del Ranibizumab nella degenerazione maculare senile, forma umida
Il Ranibizumab ( Lucentis ) è un frammento anticorpale, umanizzato, che si lega ed inibisce VEGF , un fattore chiave nell’angiogenesi.
Alla fine del 2002 uno studio clinico di fase Ib/II ha mostrato positivi risultati del Ranibizumab nel trattamento della degenerazione...(Leggi)
La Squalamina, un farmaco anti-angiogenico, preserva o migliora la vista nei pazienti con neovascolarizzazione coroidale associata a degenerazione maculare senile
Uno studio clinico di fase I/II ha mostrato l’efficacia della Squalamina , un farmaco anti-angiogenico nel trattamento della neovascolarizzazione coroidale associata a degenerazione maculare senile ( AMD ).
Hanno preso parte allo studio 40 pazienti.
Tra i pazienti trattati con Squalamina, il...(Leggi)
Trattamento dei disturbi infiammatori oculari con il Daclizumab
Il Daclizumab ( Zenapax ) è un anticorpo monoclonale umanizzato ad azione immunosoppressiva.
Il farmaco trova indicazione nella prevenzione del rigetto del trapianto renale.
Ricercatori del Massachusets Eye and Ear Infirmary della Harvard Medical School a Boston , hanno valutato l’efficacia e...(Leggi)
The Ocular Hypertension Treatment Study : il trattamento farmacologico dell’ipertensione oculare dovrebbe essere riservato ai pazienti con rischio , moderato-alto , di sviluppare il glaucoma primario ad angolo aperto
Lo studio “ Ocular Hypertension Treatment Study ��? ha avuto come obiettivo quello di determinare la sicurezza e l’efficacia del trattamento farmacologico ipotensivo topico a livello oculare nel ritardare o nel prevenire l’inizio di glaucoma primario ad angolo...(Leggi)
 
Relazione inversa tra assunzione con la dieta di Luteina / Zeaxantina e la degenerazione maculare associata all’età
E’ stata valutata la relazione tra carotenoidi, Vitamina A, alfa-Tocoferolo e Vitamina C, assunti con la dieta, e la degenerazione maculare correlata all’età ( AMD ).Sono state raccolte informazioni sulle caratteristiche demografiche, mediche e di stile di vita di 4.519...(Leggi)
Importanza del complemento C3 nella patogenesi della degenerazione maculare senile
La degenerazione maculare senile è la più comune causa di cecità nelle popolazioni occidentali.
La predisposizione è influenzata dall’età e da fattori genetici ed ambientali.
L’attivazione del complemento è implicata nella patogenesi.Uno studio, coordinato da Ricercatori dell’University of Cambridge ( Gran Bretagna...(Leggi)
Il NICE raccomanda l'uso di Lucentis nella degenerazione maculare senile umida
Il NICE ( National Institute for Health and Clinical Excellence ) ha raccomandato l'uso di Lucentis ( Ranibizumab ) nella degenerazione maculare senile umida, da parte del National Health Service ( NHS ).Le lineeguida del NICE raccomandano l'uso di Lucentis...(Leggi)
Possibile ruolo dell’infiammazione nella degenerazione maculare senile
Uno studio ha esaminato se la proteina C-reattiva ad alta sensibilità ( hsCRP ) ed altri biomarker di infiammazione siano in grado di predire la degenerazione maculare senile ( AMD ).
Lo studio prospettico ha riguardato 27.687 donne di età media...(Leggi)
Le preparazioni oftalmiche di beta-bloccanti possono causare gravi reazioni avverse in alcuni pazienti
Worst Pills Best Pills Newsletter ha dedicato un articolo alle gravi reazioni avverse associate all’uso di preparazioni oftalmiche di beta-bloccanti.
Uno studio pubblicato su Ophthalmology ha mostrato un aumento del rischio di morte cardiovascolare nei pazienti con glaucoma che hanno utilizzato...(Leggi)
Cheratite fungina associata all’uso di lenti a contatto
L’FDA ( U.S.Food and Drug Administration ) ed i CDC ( Center for Disease Control and Prevention ) hanno avvisato gli HealthCare Professional del ricevimento di un numero crescente di segnalazioni riguardanti infezioni micotiche a livello oculare di Fusarium nei...(Leggi)
Bassi livelli di colesterolo possono favorire lo sviluppo di cataratta
La cataratta è una delle principali cause di cecità.
Ricercatori della Shinshu University – School of Medicine in Giappone hanno trovato un’associazione tra cataratta e colesterolo in un modello murino.
Lo studio ha mostrato che esiste un’associazione tra un difetto genetico primario...(Leggi)
Iperpigmentazione periorbitale indotta da Bimatoprost
Sono stati esaminati i cambiamenti dell’iperpigmentazione cutanea indotta dal farmaco anti-glaucoma Bimatoprost ( Lumigan ).
Al microscopio a luce è stato osservato un aumentato numero di granuli di melanina nei campioni bioptici dei pazienti trattati con Bimatoprost.
La microscopia elettronica ha mostrato...(Leggi)
Alterazioni del campo visivo nella neuropatia ottica ischemica anteriore non arteritica
Ricercatori della Iowa University ( Usa ) hanno valutato il pattern di vari tipi di difetti del campo visivo e la loro prevalenza all’esame iniziale della neuropatia ottica ischemica anteriore non-arteritica ( NAION ).
Sono stati esaminati 265 pazienti consecutivi per...(Leggi)
Fattori clinici che predicono l’acuità visiva nei pazienti sottoposti a chemioriduzione per retinoblastoma
Ricercatori del Wills Eye Hospital e del Children Hospital di Filadelfia ( Usa ) hanno valutato l’outcome visivo nel lungo periodo dopo chemioriduzione del retinoblastoma.
Sono stati valutati 54 occhi di 40 bambini affetti da retinoblastoma e trattati con successo con...(Leggi)
Maggiore incidenza di danni alla superficie oculare e di secchezza oculare nelle donne con insufficienza ovarica prematura
Lo scopo degli Autori è stato quello di esaminare se le donne con insufficienza ovarica prematura presentassero anomalie sulla superficie oculare o nei parametri di lacrimazione.Sono state arruolate 65 donne con insufficienza ovarica prematura.Le donne con insufficienza ovarica prematura avevano...(Leggi)
Elevati livelli di proteina C reattiva rappresentano un fattore di rischio per la degenerazione maculare legata all’età
La proteina C reattiva ( CRP ) è un marker di infiammazione, associato al rischio di malattie cardiovascolari.Alcuni fattori di rischio per le malattie cardiovascolari sono associati alla degenerazione maculare legata all’età, ma la relazione tra proteina C reattiva e...(Leggi)
Monitoraggio di 24-ore della pressione intraoculare
E’ noto che la pressione intraoculare possa variare nell’arco della giornata.
Di norma lo screening delle persone a rischio di sviluppare glaucoma viene fatto con 1 o 2 misurazioni.
Lo studio retrospettivo ha valutato la validità di un monitoraggio di 24 ore...(Leggi)
Gli stili di vita possono influenzare la pressione intraoculare
Lo studio , compiuto presso la Kyorin University School of Medicine a Tokio ha valutato l’associazione tra diversi fattori correlati allo stile di vita e la pressione intraoculare.
Lo studio è stato compiuto su 569 persone di età compresa tra 29...(Leggi)
Nessun effetto della supplementazione con beta-carotene sullo sviluppo di cataratta correlata con l’età
Uno studio compiuto tra i medici di sesso maschile negli Usa, di età compresa tra 40 ed 84 anni, ha esaminato lo sviluppo di cataratta correlata con l’età.
I partecipanti sono stati assegnati in modo random a ricevere beta-carotene ( 50...(Leggi)
Iperomocisteinemia e glaucoma pseudoesfogliativo
Lo studio prospettico ha coinvolto 30 pazienti con glaucoma pseudoesfogliativo e 30 soggetti di controllo senza storia di malattia oculare Sono stati misurati i livelli plasmatici di omocisteina.
I pazienti con glaucoma avevano in media livelli...(Leggi)
Cecità , incidenza e cause nel Sud della Germania
Uno studio tedesco ha stimato l’incidenza di cecità e le cause nel Wurttemberg/Hohenzollern ( Germania ) tra il 1994 ed il 1998.
La popolazione coinvolta è stata di circa 5 milioni di abitanti.
I criteri tedeschi di cecità erano: acuità visiva di...(Leggi)
Fattori di rischio associati alla progressione dell’ipertensione oculare a glaucoma primario ad angolo aperto.
Il glaucoma può essere associato a fattori pressione-dipendenti e pressione-indipendenti.
Lo studio compiuto alla Sidney University in Australia ha confrontato i fattori di rischio pressione dipendenti ed indipendenti in un gruppo di pazienti con ipertensione...(Leggi)
Profilo di rischio della sclerectomia profonda nel trattamento del glaucoma congenito refrattario
Lo studio ha valutato l’efficacia ed il profilo di rischio della sclerectomia profonda nella chirurgia per il glaucoma congenito refrattario.
L’intervento di sclerectomia profonda è stato compiuto su 10 occhi di 8 pazienti consecutivi.
La procedura è stata...(Leggi)
I recettori TSH coinvolti nell’oftalmopatia di Graves
L’oftalmopatia di Graves e l’ipertiroidismo di Graves sono malattie strettamente associate e ritenute essere causate dallo stesso processo autoimmune.
La dimostrazione di questa relazione è la presenza di auto-anticorpi che reagiscono con un auto-antigene presente nell’orbita e nella...(Leggi)
Glaucoma secondario all’iridociclite associata all’artrite reumatoide giovanile
Il glaucoma è una comune complicanza dell’iridociclite o uveite associata all’artrite reumatoide giovanile.
Alla base c’è un’infiammazione prolungata intraoculare, trattata in modo inadeguato, ed in alcune circostanze l’uso di steroidi.
La terapia medica e chirurgica per il glaucoma...(Leggi)
Studio preliminare dell’applicazione della terapia fotodinamica con Verteporfina per la neovascolarizzazione coroidale nella miopia patologica, istoplasmosi oculare
E’ stata valuata nel breve periodo la sicurezza e gli effetti sull’acuità visiva della terapia fotodinamica con Verteporfina nella neovascolarizzazione coroidale non associata alla degenerazione maculare età dipendente nella miopia patologica, nell’istoplasmosi oculare e nelle cause idiopatiche.
Lo...(Leggi)
Terapia fotodinamica con Verteporfina
La Verteporfina è una sostanza fotosensibilizzante per la terapia fotodinamica, attivata da luce non generante calore, di bassa intensità, di lunghezza d’onda 689 nm.
L’attivazione genera la formazione di radicali liberi dell’ossigeno, citotossici.
La specificità e la captazione della Verteporfina da parte...(Leggi)

 

Link di Medicina:

Xagena Pharma www.xagenapharma.com Xagene www.xagena.com Xagena News www.xagenanews.com Xagena Salute www.xagenasalute.com Einthoven www.einthoven.it Nutrizione Online www.nutrizioneonline.it Terapia Medica www.terapiamedica.net Biomedicina www.biomedicina.net Bio-Medicina www.biomedicina.it Sovrappeso www.sovrappeso.it Terapia in Medicina www.terapiamedica.net Gastroenterologia www.gastroenterologia.net Cardiologia www.cardiologia.net Neurologia www.neurologia.net Oncologia Medica www.oncologiamedica.net Psichiatria www.psichiatriaonline.net Pneumologia www.broncopneumologia.net Ematologia www.ematologia.net Medicina www.medicina-online.net Colite Ulcerosa www.coliteulcerosa.net Farmacia www.farmaciaonline.net Farmacia Shop www.farmaciashop.it Biotecnologie www.biotecnologie.org www.biotecnologie.com www.biotecnologie.net Farmacologia www.farmacologia.org Farmacoterapia Farmaco Terapia www.farmacoterapia.net Progetto Farmaci www.progettofarmaci.it Progetto Farmacia www.progettofarmacia.net Dermocosmesi www.dermocosmesi.net Dermatite www.dermatite.net Xagena Benessere www.xagenabenessere.net www.xagenabenessere.it  Health Line www.healthline.net Fotoprotettivi www.fotoprotettivi.it